• Home
  • Buznews
  • Il trading automatico non è per smidollati!

Il trading automatico non è per smidollati!

image
image


Questo post è per i trader automatici veri. Quei duri di cuore che:

1) Scrivono i loro sistemi

2) Investono 80k in un portafoglio di Trading System

3) Lo mettono LIVE.

I trader automatici sono un po’ come dei marinai d’altri tempi, che si imbarcano nel mare dei mercati fiduciosi dei propri studi e delle proprie idee, che poi affidano a dei sistemi che macinano grano sui mercati.

Chi decide di fare Trading Automatico non è un debole di cuore.

Questo è un portafoglio con una volatilità del tutto normale, soprattutto per chi inizia:

Sembra un cavallo imbizzarrito!

Drawdown del 10% che poi si riprendono ma quando scendono son dolori. Uno dei nostri Top studenti ha commentato:

Ed è così. Il trading automatico, soprattutto nei primi anni non è di certo un’operatività per ragazzine. Ma allora perché degli uomini duri come i trader automatici dovrebbero interessarsi all’investimento per azioni?

Come un ragazzino qualsiasi che giocherella su etoro o se va bene degiro?

La risposta è semplice. Vi do un indizio. È uno dei 5 pilastri del trading ed è anche un elemento della chiave segreta del trading profittevole. Cos’è?

Bravi!

È la diversificazione!

Anche perché come vediamo da questo commento, a volte anche 8 sistemi più 5 short strangle possono non essere sufficienti a diversificare abbastanza:

Il commento è del trader che ha fatto l’equity line a inizio articolo.

Ma tutto sto discorso per dirvi che? Per dirvi che diversificare non è solo a livello di portafoglio, ma anche di operatività.

Vi mostro un grafico.

Ecco La combinazione di un portafoglio molto ben bilanciato di 13 sistemie di un portafoglio azionario.

Come vedete ci sono ampi periodi in cui i 2 portafogli si compensano.

Il portafoglio azionario è ovviamente più volatile, ma ci permette un incremento di prestazioni notevole quando serve e di compensare i momenti di down del portafoglio di sistemi.

Il drawdown di Marzo 2020 ovviamente non poteva aggiustarlo nessuna diversificazione. Ma il nostro consiglio, anche per i trader più esperti è di non accontentarsi.

I 13 sistemi avevano già delle buone performance, ma avete visto che insieme abbiamo un guadagno più che raddoppiato?

>>Raddoppia anche tu iscrivendoti alla lezione gratuita!

Poi ci torneremo su questo punto, ma che divertimento c’è a voler guadagnare di meno?

I mercati finanziari ci offrono infiniti strumenti e alcuni sono facilmente parallelizzabili. Gli investimenti soprattutto richiedono davvero poco tempo e nessuna infrastruttura. Basta il broker.

Il nostro consiglio è di aprire la mente ed ampliare quanto più riuscite (in base a capitale e tempo) le vostre operatività.

Ah già dimenticavo che le azioni necessitano un capitale iniziale davvero esiguo. Soprattutto se non puntate aziende molto costose e famose.

Ma per puntare ad aziende più di nicchia e di cui i giornali non parlano, c’è bisogno comunque di un po’ di studio. Vi consiglio quindi di partecipare alla lezione gratuita del 15 Marzo.

Non vi risolverà tutti i dubbi. Ma potrebbe essere il primo passo verso una delle operatività più famose fighe e redditizie in assoluto.

A presto.

Simone